Presto potrete godervi la bellissima fiction Angela su Rai Uno, descritta come un action thriller “a metà tra road movie e favola nera”, così avrete anche l’occasione di ammirare l’affascinante look dei protagonisti, caratterizzato dalle fantastiche giacche in pelle D’Arienzo Collezioni.
Siamo infatti lieti di comunicarvi della collaborazione tra la casa produttrice 11 Marzo Film ed il marchio D’Arienzo Collezioni.


La fiction, targata Rai e pensata per andare in onda su Rai Uno, racconta la storia di una madre e moglie. Il suo nome è, appunto, Angela. La protagonista è solare ed empatica fino a quando la vita non la mette di fronte a quello che è probabilmente uno dei peggiori incubi di un genitore: la morte di un figlio. Il piccolo Matteo, a soli nove anni, è scomparso: il figlio di Angela perde infatti la vita in un incidente stradale.
La tragedia grava sulle spalle della donna, che non riesce più a guardare la sua esistenza con gli occhi di un tempo.


Così decide di evadere dalla realtà cambiando città, trovando rifugio in un paesino in un arcipelago della Toscana. Lì incontra Elena, una donna alquanto misteriosa che diventa la sua vicina. Quest’ultima propone ad Angela di accudire per una notte i suoi due figli: Bruno e Valentina.
Angela accetta, ma non ha idea di quello a cui sta per andare incontro. Infatti, nel corso di quella che sarebbe potuta essere una serata tranquilla, assiste ad un omicidio. Elena viene uccisa per mano di un esecutore spietato, forse un mercenario. Così Angela, ignara di ciò che sta accendo, fa di tutto per mettere in salvo se stessa e i bambini a lei affidati.
Sulla strada della sua fuga, Angela incontra Elisa – una cantante lirica ormai non più sulla cresta dell’onda, che vive in una baracca vicino al Tevere – la quale la ospita, aiutando Angela e i bambini a nascondersi. Il capitano Sforza, altro personaggio in cui si imbatte, invece, è pericoloso e ambiguo. Per non parlare del fatto che Angela deve fare i conti con l’incontro con il suo ex marito – Lino – al quale la protagonista non ha mai del tutto perdonato la scomparsa del figlio Matteo.


Malgrado il lungo viaggio, segnato da numerose vicissitudini, le tragedie per Angela sono tutt’altro che finite. Infatti la donna viene accusata (del tutto ingiustamente) della morte della vicina di casa Elena. L’insinuazione di omicidio la costringe a fuggire ancora. Si sposta in tutta Italia, da Nord a Sud, insieme a Bruno e Valentina. Sono due bambini che conosce a malapena, ma che diventano la ragione per non arrendersi, dando alla protagonista la forza necessaria per continuare la sua lotta, anche nei momenti di maggior sconforto e difficoltà.
La donna riesce poi a trovare un modo per mettere in salvo i due bambini, anche grazie all’intervento di Kim, l’uomo che Elena stava aspettando.
Il viaggio che Angela è costretta a intraprendere è pericoloso, ma anche purificatore.
Infatti è grazie a Bruno e Valentina che Angela riesce a metabolizzare la scomparsa di Matteo, riuscendo a ritrovare la sua dimensione di madre e riprendendosi la sua vita, tornando a dare un senso all’essenza della maternità.